Come fotografare la cascata di Skogafoss, Islanda.

Fotografia scattata da Alberto Ragnoli

Come fotografare la cascata di Skogafoss, Islanda. - Alberto Ragnoli

Come fotografare la cascata di Skogafoss, Islanda.

Skogafoss è, a detta di molti, la cascata più fotogenica d'Islanda...ma non è così semplice da fotografare.
Quindi, come si fotografa la cascata di Skogafoss?

Se decidi di fotografare questa cascata, sopratutto se vuoi fare uno scatto abbastanza ravvicinato come questo, devi munirti di abbigliamento impermeabile e di panni per asciugare le lenti e...di santa pazienza. Infatti questa imponente cascata (60 metri di altezza per 25 di larghezza) solleva fastidiossime gocce d'acqua che, abbinate al vento islandese, ti obbligano ad asciugare la lente ogni 5 secondi.

Dato che dovrai pulire molte volte la lente ti consigliamo di montare un filtro protettivo UV, in questo modo non rischierai di rovinare la lente.

Ad ogni modo queste gocce d'acqua non hanno solo lati negativi, infatti, se colpite dal sole, generano spettacolari arcobaleni!

Risolto il problema delle gocce d'acqua e del vento dovrai convivere con gli innumerevoli turisti che sostano davanti alla cascata, infatti Skogafoss è una delle location più turistiche dell'Islanda. Quindi, come fai ad avere uno scatto della cascata di Skogafoss senza turisti nell'inquadratura? Per ovviare a questo problema ci sono 2 possibili soluzioni:

1. Metti la macchina sul cavalletto ed effettua diversi scatti a distanza di breve tempo. In questo modo, con un po' fortuna, dovresti assicurarti che le persone non siano mai nello stesso punto e, unendo gli scatti in postproduzione, avrai la scena completamente libera.
2. Effettua uno scatto solo e lavora con il timbro clone di photoshop per rimuovere tutte le persone che sostano di fronte alla cascata. Questa soluzione è praticabile quando ci sono pochi turisti e soprattutto quando questi turisti non si trovano in punti "scomodi". Per esempio, se un turista si fosse fermato a cavallo dell'arcobaleno sarebbe stato molto difficoltoso rimuoverlo con il timbro clone.

Per quanto riguarda l'inquadratura in questa cascata hai diverse soluzioni, puoi fotografarla da vicino come nel mio caso, puoi fotografarla dall'alto salendo sul sentiero sulla destra (vedi esempio), oppure da lontano (vedi esempio). Se hai la passione per la fotografia naturalistica, salendo sempre sulla destra, avrai la possibilità di fotografare i fulmari stagliati sulla spledida cascata come in questi due casi: Fulmaro skogafoss 1 Fulmaro Skogafoss 2

Infine, l'ultimo consiglio che ti posso dare per fotografare la cascata di Skogafoss è di utilizzare tempi di almeno un secondo per ottenere l'effetto seta sull'acqua. Questo ovviamente è un consiglio personale e completamente soggettivo.

Spero di esserti stato utile, se vuoi fotografare la cascata di Skogafoss partecipa al nostro prossimo viaggio fotografico in Islanda.

Nikon D800 - 16mm - f/11 - 6,0 sec - ISO 100

Foto scattata nel recente viaggio fotografico in Islanda.

Sei interessato a fotografare questo soggetto? Questa foto è stata scattata durante il viaggio "Un viaggio fotografico per scoprire l’islanda e l'aurora boreale.".
Scopri tutti i nostri viaggi fotografici e i nostri workshop di fotografia
Un viaggio fotografico per scoprire l’islanda e l'aurora boreale.

Una natura primordiale in cui poter fotografare panorami mozzafiato, vulcani, geyser, ghiacciai, imponenti cascate e soprattutto lo spettacolo dell'aurora boreale.

sconto nisi filtri sconto nisi filtri