Winter Fairytale - Diario del viaggio in Lapponia Finlandese.
Winter Fairytale - Diario del viaggio in Lapponia Finlandese.

Winter Fairytale - Diario del viaggio in Lapponia Finlandese.

Un viaggio indimenticabile tra le sterminate foreste del Grande Nord d’Europa, immersi nel bianco candido delle nevi e le mille sfumature di colore delle luci artiche.

È il 24 Gennaio quando io e Alberto partiamo, eccitati come bambini, alla volta di Rovaniemi, cittadina posta esattamente all’altezza del Circolo Polare Artico e considerata ufficialmente “La Città del Natale” e, io aggiungerei, del Natale perenne, in quanto in ogni periodo dell’anno Joulupukki (Babbo Natale in finlandese) è presente al suo villaggio per accogliere i bambini che vengono da tutto il mondo per incontrarlo.

Per me è l’ennesimo viaggio alla volta di questa terra unica, che ho eletto ormai da tempo a mia seconda casa, ma ogni volta l’emozione che mi travolge è come quella della prima volta.

Dopo un inverno decisamente mite (purtroppo qui il riscaldamento globale si sta facendo sentire ben di più che alle nostre latitudini), sembra che il freddo abbia finalmente deciso di far capolino proprio il giorno del nostro atterraggio, ed era esattamente ciò che speravamo: al nostro arrivo in aeroporto la temperatura è già al di sotto dei 20 gradi sottozero.

Il freddo intenso, nonostante non sia particolarmente amato da molti, è componente fondamentale degli inverni artici e importantissimo per la conservazione dell’habitat.

Oltre a ciò, è tanto sognato dai fotografi amanti del Nord, con le sue galaverne che tolgono ogni contrasto e i cieli tersi che sembrano permetterci di guardare oltre l’infinito.

Il gruppo arriverà il giorno successivo, quindi ne approfittiamo per farci subito una passeggiata nei dintorni di Rovaniemi, per cominciare ad assaporare il profumo della neve e abituarci alle rigide temperature che ci aspetteranno nei giorni successivi.

Al rientro dalla nostra passeggiata, su una bella collina panoramica a pochi kilometri dalla città (dove Alberto cerca di far volare il suo drone con scarsi risultati!), il termometro della nostra auto segna già quasi 30 gradi sottozero!

Nonostante il gelo l’aria è molto secca e il freddo più che sopportabile, come quasi sempre a queste latitudini.

Finalmente il giorno successivo recuperiamo in aeroporto tutta la ciurma e, dopo aver passato la notte in un bell’albergo del centro e aver fatto un abbondante colazione, ci spostiamo verso Ruka, una nota località sciistica che si trova a pochi kilometri dal confine con la Russia e dalla cittadina di Kuusamo.

Quest’area della Finlandia è la preferita da ogni amante della Natura in quanto racchiude, in un’area relativamente piccola, molte tra le più belle attrazioni paesaggistiche e naturalistiche della Lapponia.

Arrivati a Ruka, già tutti eccitati e con gli occhi a cuoricino dopo aver goduto durante tutto il viaggio di paesaggi da favola, ci incontriamo col “gigante buono” Olli, simpaticissima guida locale e un’istituzione nel mondo dell’ornitologia e della fotografia naturalistica finlandese, allievo del mitico fotografo Hannu Hautala, al quale è interamente dedicato un museo a Kuusamo.
Olli ci consegna l’abbigliamento termico che indosseremo nei giorni successivi, fondamentale per resistere alle gelide temperature che ci attenderanno.

Ci spostiamo per il tramonto su una bella collina panoramica poco distante, dove fin da subito possiamo assaporare l’autentico inverno polare: gli alberi sono completamente ricoperti da uno spesso strato di neve e galaverna che li trasforma in immense figure antropomorfe.
È esattamente quello che tutti noi sognavamo, il vero inverno artico, il vero splendido, immenso e gelido inverno del Grande Nord!

Il giorno dopo partiamo durante la notte per essere all’alba a Kuntivaara, un posto unico e impossibile da descrivere, anche attraverso le immagini.
Saliamo comodamente in motoslitta con le nostre guide, per evitare una lunga salita notturna, e restiamo tutti a bocca aperta quando, salendo verso la cima della collina, percorriamo un ripido sentiero immerso in un bosco di immensi abeti innevati.
Con le lacrime agli occhi dall’emozione penso a quanto sia grandiosa la Natura che ci circonda e che spesso ci regala spettacoli indescrivibili.
Arriviamo in vetta quando le primissime luci di un’alba infuocata di rosa stanno già facendo capolino all’orizzonte.
Ci lanciamo giù dalle motoslitte e subito sprofondiamo nella neve altissima, è talmente bello che personalmente non sò più da che parte guardare e cosa fotografare.

Passiamo ore e ore a trenta gradi sottozero senza quasi accorgercene, vagando in quel labirinto di neve e ghiaccio che ci circonda, osservati dall’alto da queste immense figure che a volte ricordano un esercito, a volte un monaco, a volte un’anziana signora ricurva sotto il peso degli anni.
Lo sguardo spazia all’infinito su migliaia e migliaia di ettari di laghi e foreste innevate, a poche centinaia di metri si trova il confine tra la Finlandia e la Russia.

Freddo e fame cominciano a farsi sentire ma per fortuna in vetta c’è una meravigliosa e accogliente capanna di tronchi, dove le nostre guide hanno acceso un bel fuoco che riscalda il nostro corpo e il nostro cuore, mentre veniamo saziati con una buonissima zuppa di renna e delle salsicce cotte sul fuoco.

Il programma prosegue incalzante e il giorno successivo ci spostiamo nel meraviglioso Parco Nazionale di Riisitunturi per un'esperienza che non dimenticheremo mai!
Ottanta meravigliosi e chiassosi Husky ci attendono assieme ai loro musher, pronti per trainare le nostre slitte per tutta la giornata attraverso i boschi secolari del Parco.
Ci dividiamo in squadre da due e saremo proprio noi a guidare le slitte, trainate ognuna da una muta di otto cani.
Anche per me è la prima volta da musher e, nonostante alcune piccole difficoltà iniziali, devo dire che è veramente semplice grazie alla bravura di quegli splendidi cani.
Mentre uno guida l’altro sta comodamente seduto nella slitta, avvolto da caldissime pelli di renna e fotografando la bellezza che gli sta attorno.
Non vedo l’ora di tornare il prossimo anno per rivivere questa esperienza unica!

Il giorno successivo al Parco Nazionale di Riisitunturi ci saliamo invece a piedi, dopo una piacevole e poco impegnativa passeggiata con le ciaspole da neve.
Camminare senza fretta, in silenzio,  tra i boschi della Lapponia è il modo migliore per entrare in perfetta sintonia con la Natura selvaggia che la caratterizza.
Arrivati in cima siamo avvolti in un paesaggio dove non ci sono altro che infinite sfumature di bianco.
Ognuno sceglie i soggetti e gli scorci che preferisce, lo spazio è immenso, non è di certo immediato capire cosa e come fotografare e senza dubbio richiede più impegno rispetto ai classici panorami a cui siamo abituati, ma con un pò di concentrazione e di determinazione i risultati possono essere davvero stupefacenti.

parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi
parco di riisitunturi

Un altro splendido posto al quale sono particolarmente affezionato è il Millykoski, un vecchio mulino di tronchi situato sulle rive del fiume Oulanka, nel cuore dell’omonimo Parco Nazionale.

parco di riisitunturi

Ora il mulino è adibito a rifugio e riparo per gli escursionisti che percorrono il Karhunkierros, il famoso trekking “dell’Orso”, e per chiunque, con una breve camminata, voglia rilassarsi in un posto da favola.
Qui il fiume Oulanka, dalle gelide acque scure, scorre vigoroso tra i boschi innevati per poi incanalarsi in un profondo canyon roccioso.
Questo è il regno del merlo acquaiolo, simpaticissimo folletto dei fiumi nordici.

parco di riisitunturi

Da un amico che vive un paio d’ore più a sud, nelle selvagge e antiche foreste di Kuhmo, arriva la notizia che aspettavamo con ansia: un Allocco di Lapponia, il grande gufo grigio, sta frequentando da alcuni giorni una radura non lontano da casa sua.
Jarno è chiamato non per niente “The Owl Man”, l'uomo dei gufi! Ogni anno predispone nelle foreste vicino a casa decine e decine di nidi artificiali di varie dimensioni per aiutare le varie specie di rapaci notturni presenti in zona a nidificare e, grazie a lui, la popolazione dell’area è ogni anno più stabile.
Arrivati in zona comincia l’emozionante ricerca. Si parla di un uccello completamente selvatico e che di conseguenza si sposta a suo piacimento, ma grazie alla conoscenza e alla vista infallibile di Jarno dopo circa un’ora troviamo il meraviglioso rapace appollaiato in un bel bosco di pini selvatici. Non particolarmente spaventato dalla nostra presenza, ci lascia avvicinare e si lascia fotografare per una buona mezz’ora.

allocco di lapponia

Quando se ne va, seguiamo Jarno per tentare di fotografare la piccola Ulula, un altro bellissimo gufo nordico, ma stavolta la fortuna non è dalla nostra parte e l’amico pennuto decide di non farsi vedere.
Torniamo a Ruka felici e soddisfatti, non sono di certo incontri che si fanno tutti i giorni quelli con gli abitanti della foresta! :-)

Siamo ormai giunti alla fine della nostra avventura tra i magici paesaggi del Grande Nord ed è bello vedere come, nonostante le difficoltà date dalle temperature estreme, questo posto unico abbia lasciato qualcosa di profondo in ognuno dei partecipanti.
Vorrei quindi congratularmi pubblicamente con loro per aver affrontato con tenacia e sempre con la magia negli occhi questo viaggio a cui tenevo particolarmente.

Chiunque voglia vivere con me questa incredibile esperienza non può far altro che iscriversi al prossimo viaggio in Lapponia firmato Viaggi Fotografici!

Sei interessato a questa esperienza?

Questo diario si riferisce al viaggio "Viaggio fotografico in Lapponia Finlandese." del 25/01/2020.
Viaggio fotografico in Lapponia Finlandese.

PROSSIME PARTENZE: 16/01/2023, 24/01/2023

La Lapponia finlandese è una terra sensazionale e sa stupire per la sua bellezza in qualsiasi stagione, ma noi non abbiamo dubbi: la stagione in cui esprime al massimo la sua magia è l’inverno. Maggiori dettagli

Articoli simili

Forse potrebbero interessarti anche i seguenti articoli.